Si attendono Beyoncè, Morricone e Marcorè

Nostro inviato a Sanremo

Chissà l’emozione. Quando salirà sul palco a ritirare il premio Città di Sanremo, Ennio Morricone avrà con sé l’Oscar alla Carriera appena ritirato a Los Angeles. Allora, se si chiuderanno gli ultimi dettagli con la Rai, sarà lui una delle altre megastar misteriosamente annunciate ieri da Pippo Baudo. Un video di Quincy Jones lo introdurrà sul palco e l’orchestra suonerà un medley delle sue colonne sonore più famose. Sempre quella sera, a rimpolpare il Gala della Musica, dovrebbero arrivare Zucchero e Gigi D’Alessio con Lara Fabian mentre sembra sempre più improbabile lo sbarco di Laura Pausini, cui la Rai avrebbe concesso anche di duettare con Johnny Halliday. Farà invece tutto da solo Neri Marcorè, che al Festival non ha potuto rinunciare: bocciato come autore di canzone, venerdì arriverà come comico. In programma le sue imitazioni in tema musicale (Ligabue e Jovanotti) e forse anche Zapatero. Chi invece fino a pochi giorni fa era imprevedibile a Sanremo è Beyoncè, attesa per la serata finale. Per lei passerella da diva: il suo film Dreamgirl è pluricandidato agli Oscar e, dopo Penelope Cruz e Morricone, potrebbe essere la terza statuetta di quest’anno all’Ariston. Sarà per questo che la serata sarà aperta da Mike Bongiorno.