Si autoflagella per punizione

Si stava autoflagellando per strada con la cinghia dei pantaloni quale punizione per essere stato tanto sciocco da aver acquistato quella che credeva una dose di eroina, ma che si è rivelata in realtà borotalco. Protagonista dell'episodio avvenuto lunedì pomeriggio nei pressi della chiesa della Mercede, una zona molto frequentata di Sanremo, è un tossicodipendente imperiese di 40 anni, D.S.F. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato dopo alcune segnalazioni di passanti che hanno assistito alla scena.
Alla polizia l'uomo ha spiegato di essersi voluto così punire per aver acquistato, poco prima, da uno spacciatore marocchino, quella che credeva una dose di eroina, ma che era in realtà borotalco. Mortificato e umiliato per l'accaduto, ha deciso di punirsi. L'uomo si è poi rifiutato di essere accompagnato al pronto soccorso per curare le ferite riportate nell'autofustigazione.