Si blocca l’inchiesta della Regione sul San Raffaele

La Commissione d’inchiesta sul San Raffaele del Consiglio regionale della Lombardia inciampa al primo ostacolo. Ieri doveva insediarsi ed eleggere i propri vertici, ma il presidente eletto Enrico Marcora (Udc) si è subito dimesso. I gruppi di minoranza, cui spetta per statuto la guida delle Commissioni d’inchiesta, avevano indicato come presidente Franco Mirabelli (Pd), ma la candidatura di Marcora, condizionata a «una larga condivisione sul suo nome» ha cambiato le carte in tavola. Nel voto segreto l’esponente dell’Udc ha infatti avuto la meglio (52 preferenze) su quello del Pd (26) che ha subito dichiarato l’indisponibilità del proprio gruppo a partecipare alle sedute di Commissione seguito sulla stessa linea dal consigliere Giulio Cavalli (Sel). Marcora, riscontrata la «non ampia condivisione» sul suo nome, ha rimesso subito il mandato chiedendo la riconvocazione della Commissione per una nuova elezione dell’Ufficio di presidenza. Al parere contrario di Stefano Zamponi (Idv) che riteneva di dar subito seguito ad un nuovo scrutinio, Lega Nord e Pdl hanno abbandonato i lavori. La seduta è stata riconvocata martedì prossimo.