Si butta dalla finestra della scuola Tredicenne cade sulla neve, illeso

Alla base del gesto, il dissapore con un professore

L’abbondante nevicata di questi giorni ha quasi sicuramente, salvato la vita di una tredicenne di Cormano. Il ragazzino, infatti, poco dopo il termine delle lezioni alla scuola media Manzoni di via Beccarla, ha aspettato che i suoi compagni uscissero dalle aule, poi ha aperto una finestra e si è lanciato nel vuoto. Ad attutire la caduta ci ha pensato la neve. Nonostante i sei metri di volo, il tredicenne non si è fatto nulla. Il ragazzo è stato trasportato all’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo per essere sottoposto a una tac. La sua classe, in occasione del giorno della Memoria, aveva appena visto un film sulla Shoah. Al suono della campanella, invece di uscire, il tredicenne si sarebbe nascosto in bagno. Poi, dopo una decina di minuti, sarebbe salito sul cornicione di una finestra e si sarebbe lanciato nel vuoto. A salvargli la vita, l’oltre mezzo metro di neve. Sul posto sono arrivate un’ambulanza e un’auto medica. Il ragazzo, rimasto disorientato per qualche minuto, è però riuscito a rialzarsi. Sull’accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni. Alla base del gesto del tredicenne, con ottimi voti in quasi tutte le materie, ci sarebbe un dissapore con un professore. Nella sua materia il ragazzo sembra non abbia ottenuto brillanti risultati.