Si è costituito il killer del tenente Ha 17 anni

Si è costituito il minorenne accusato di aver fatto parte della banda che a Pagani (Salerno), venerdì scorso, ha preso parte alla rapina nel corso della quale è stato ucciso il tenente dei carabinieri, Marco Pittoni. Il giovane si è consegnato ai carabinieri nei pressi di Sabaudia, nel Lazio. Era in compagnia della madre - che gli è stata sempre accanto durante la breve latitanza - e del suo avvocato. Con i carabinieri che hanno preso in consegna il 17enne c’era anche il comandante provinciale di Napoli, colonnello Gaetano Maruccia.
Il giovane, accusato di aver materialmente ucciso con un colpo di pistola il tenente dell’Arma Marco Pittoni, sarà portato in un ospedale di Napoli dove sarà curato. Durante la rapina è stato infatti ferito a un braccio da un colpo di pistola esploso da un carabiniere all’uscita dell’ufficio postale di Pagani, mentre fuggiva in auto con i complici. La necessità di curare la ferita è uno dei motivi che ha indotto il giovane pregiudicato, figlio di un boss della camorra di Torre Annunziata, a porre fine alla latitanza.