Si è costituito il pirata di Cesate

Temeva che costituendosi, le forze dell’ordine gli avrebbero riservato lo stesso trattamento in uso nel suo Paese. «Da noi spesso la vendetta prevale» ha raccontato ai vigili di Cesate l’automobilista che sabato scorso ha travolto ed ucciso un ragazzo di 16 anni, fuggendo invece di soccorrerlo. Albanese di 21 anni, regolare, con un lavoro e che abita nell’hinterland, si è costituito mercoledì mattina, anche dopo aver appreso che la famiglia della vittima aveva acconsentito alla donazione degli organi di cui hanno beneficiato a 4 persone. Manuel B. stava percorrendo via Roma sulla mountain bike quando è stato investito dalla Bmw dell’albanese. «L’unica consolazione – dichiara Mario B., il papà – è che mio figlio, con i suoi organi, ha concorso a salvare altre vite umane, fra cui quella di un bimbo che non aveva speranze di sopravvivere».