Si è davvero sposato con il cielo di Genova

È firmato dal premio Pritzker Jean Nouvel il nuovo padiglione B della Fiera di Genova. Il nuovo padiglione è un edificio fronte mare, nato per fornire superfici di pregio al quartiere fieristico; riflette e moltiplica i colori e le luci dell’acqua e del cielo grazie a un sapiente uso di superfici riflettenti e alla posizione sul mare.
Il commento a caldo dell’architetto parigino: «Il padiglione centrale della Fiera si sposerà con il cielo di Genova, con il mare di Genova e con la vita fieristica attraverso riflessi, bagliori e giochi caleidoscopici. Questa architettura dell’immaterialità e della luce è il mio contributo all’identità di Genova».
Il nuovo padiglione, che ha come elementi di riferimento la posizione strategica all’ingresso del porto, e una composizione atipica del quartiere fieristico tra padiglioni, grandi marine e ampie superfici all’aperto, si sviluppa su due piani ad uso espositivo e un piano intermedio sul lato mare per servizi e uffici con una superficie espositiva complessiva di ventimila metri quadrati (il preesistente padiglione ne aveva diecimila). Si caratterizza per un ampio uso di superfici vetrate riflettenti e per l’integrazione sul lato sud con il mare. L’intervento è modulare e prevede una seconda fase con il rifacimento dell’attuale padiglione D, adiacente, per una superficie complessiva di 30 mila metri quadrati espositivi lordi. La consulenza strutturale e impiantistica è stata affidata ad Arup Italia. La prima utilizzazione del padiglione, in questo 48º Salone Nautico internazionale, sta ospitando imbarcazioni pneumatiche e barche a motore fino a 16 metri. L’ultimazione dei lavori è prevista per la primavera del 2009.