«Si deve ascoltare chi ha manifestato»

Roma. «Una bella manifestazione, partecipata e serena»: così il ministro per le Politiche della famiglia, Rosy Bindi, ha definito il Family day. «A San Giovanni c’era uno spaccato vero dell’associazionismo cattolico che la politica deve ascoltare senza strumentalizzazioni». Il ministro ha apprezzato «l’autonomia rivendicata dagli organizzatori, la volontà di dialogare e collaborare per trovare insieme risposte efficaci e condivise ai problemi delle famiglie italiane», e ha ritenuto che si sia registrata una convergenza tra le richieste degli organizzatori e «la volontà del governo di realizzare una forte politica per la famiglia».