Si dimentica la pentola sul fuoco I pompieri trovano 3 chili di droga

Aveva dimenticato la pentola sul fuoco. E l’odore di bruciato era talmente forte che il portinaio di Ripa di Porta Ticinese 43, temendo un incendio, aveva chiamato i vigili del fuoco. Che, spento il fuoco e scongiurato il rogo, hanno capito subito di non trovarsi a casa di una casalinga sbadata: tre chili di eroina divisa in panetti, un etto di cocaina, sostanza da taglio, una pressa. E 35mila euro in contanti sparsi con noncuranza sul letto. «Suppellettili» un po’ curiose, no? E hanno chiamato i carabinieri.
È così che, mercoledì scorso, i militari della terza sezione del nucleo operativo hanno arrestato Pyetri Solgent, classe 1984, albanese clandestino. Lo hanno aspettato sotto casa: la pentola indicava chiaramente che era uscito in fretta e furia, ma che sarebbe tornato. Gli investigatori hanno scoperto che sul 26enne cui grava un mandato di cattura europeo emesso dal tribunale di Berat per un’aggressione a colpi di pistola avvenuta in strada nel 2009 a Kucova. «È un soggetto pericoloso» sostengono le autorità albanesi. I militari le hanno prese in parola. E ora Pyetri è in cella.