Si dimetta Sansonetti con tutti i filistei

Non gli taglieranno i capelli, ma tenteranno comunque di limitare la sua forza. Il direttore del quotidiano «Liberazione» Piero Sansonetti (nella foto) è finito sulla lista di proscrizione del comitato politico fiorentino di Rifondazione comunista, che ne ha chiesto le dimissioni dal partito. Sotto accusa un articolo del 17 ottobre, giudicato «perfettamente in linea con l’orientamento del giornale e di gran parte della redazione: diventare laboratorio e cassa di risonanza delle posizioni della mozione congressuale 2, uscita sconfitta». Morale dei ghibellini in falce-e-martello? Sansonetti è reo di «vendolismo», ossia non è prono alla linea del segretario Ferrero. Peccato da licenziamento.