Si diploma in carcere

Ha 39 anni e davanti a sé ha ancora un lungo periodo di detenzione: ma nello studio ha trovato se stesso. Si chiama Ivo G., il primo detenuto spezzino diplomato come operatore grafico turistico in carcere. Ivo G. è a Villa Andreini. In cella ha potuto seguire le lezioni che gli insegnanti dell’istituto «Einaudi» svolgono nella particolare sezione carceraria. Il progetto è diretto dalla preside Clementina Petillo in collaborazione con la direttrice del carcere Cristina Biggi. L'esame di stato ha seguito tutti i criteri adottati nelle scuole, anche se ovviamente il candidato era da solo, sorvegliato da videocamere e sotto il controllo discreto ma attento della polizia carceraria. «L'allievo ha sostenuto la prova scritta di italiano, quella di grafica e l'esame delle quattro materie scelte dai docenti - spiega la Petillo -; si è diplomato con un ottimo 93/100. È per noi una soddisfazione poter augurare a questo diplomato particolare che il titolo di studio e la nuova passione possano portarlo ad una esistenza nuova». Ivo G. ha anche realizzato un marchio per i commercianti del quartiere Umbertino. È stato premiato - anche se non presente - durante la serata di preentazione del logo. Come nel caso del diploma di maturità, il premio gli è stato recapitato in carcere.