«Si è esaurita la spinta dell’antiberlusconismo»

«Bisogna ammetterlo: quando apre gli occhi, Scalfari è sempre il migliore». È l’incipit di un articolo apparso sul Riformista, a firma dell’ex direttore Antonio Polito, neosenatore della Margherita . Un articolo impietoso nel suo realismo. La tesi: la spinta dell’antiberlusconismo si sta esaurendo e l’Unione è nella grande bonaccia delle Antille. Ovvero: «Il governo è fermo perché non tira più il vento. La spinta propulsiva dell’Unione negli ultimi cinque anni, l’antiberlusconismo, si sta esaurendo». E ancora: «Non avendo veramente vinto le elezioni, il centrosinistra non sa esattamente cosa fare... non ha deciso né la direzione di marcia né la bandiera da issare... una debolezza già iscritta nel programma, dove era stata tenuta nascosta dalla comune urgenza di liberarsi di Berlusconi».