Si fa travolgere dal treno per salvare sua moglie

È morto travolto da un treno per salvare la moglie rimasta impigliata nelle porte del convoglio. La vittima della tragedia, avvenuta ieri pomeriggio in provincia di Bergamo, è Giacomo Burla, 58 anni di Trezzano Rosa, in provincia di Milano. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, attorno alle 14 al binario sei della stazione di Treviglio è giunto il treno interregionale 2098 che da Verona viaggiava verso Milano. Giacomo Burla e la moglie Amalia di Chella, 59 anni, stavano scendendo dal convoglio. Quello che è accaduto dopo è ancora al vaglio della polizia del commissariato di Treviglio: pare che la donna, ma è una versione ancora da accertare, sia rimasta impigliata con l’abito nelle porte del treno che si sono chiuse. Il convoglio è partito e il marito, già sulla banchina, è corso in suo aiuto. È riuscito a liberare la moglie, ma è caduto sotto il treno restando ucciso sul colpo. Sul luogo dell’accaduto è immediatamente giunta una ambulanza che ha portato la donna - sotto choc - all’ospedale consortile di Treviglio. I medici si sono riservati la prognosi e le condizioni della signora ieri in serata sembravano essere piuttosto serie. Sulla vicenda sta ora indagando la polizia ferroviaria che dovrà nelle prossime ore raccogliere le testimonianze di alcuni giovani presenti sul posto che pare abbiano assistito alla scena senza poter intervenire.