Si fingono dipendenti Enel e svaligiano appartamento

Si sono finti dipendenti dell’Enel per entrare nell’appartamento, hanno minacciato con un coltello da cucina le due ragazze e il bambino che lo occupavano e, dopo aver chiamato altri tre complici, hanno scassinato la cassaforte. Protagonista della vicenda una banda di sudamericani: due di loro, verso le 18, hanno bussato alla porta di un’abitazione in via Ulisse Salis fingendosi dipendenti dell’Enel. In quel momento in casa erano presenti due ragazze e un bambino. Una volta dentro l’abitazione, i due stranieri hanno preso un coltello e minacciato ragazze e bambino per farsi dire dove era la cassaforte. Quando l’hanno trovata hanno telefonato ad altri tre complici che, con martelli e scalpelli, sono giunti in casa e hanno divelto dal muro la cassaforte, portando via oltre 6mila euro, un libretto degli assegni e un passaporto.