Si formeranno a Genova i manager della logistica

Genova sempre più orientata a diventare la capitale della logistica: lo confermano due iniziative presentate ieri che hanno tutti i requisiti per far decollare la vocazione della città. Innanzi tutto, il master di secondo livello in infrastrutture e logistica che prenderà il via entro il 2008, avrà durata biennale e sarà rivolto a laureati in ingegneria, economia e giurisprudenza, anche stranieri: rispetto a iniziative analoghe - spiegano all’unisono il sindaco Marta Vincenzi, il rettore dell’Università Gaetano Bignardi e il presidente di Confindustria Genova Marco Bisagno, promotori del progetto - avrà il pregio di essere centrato sul tema delle infrastrutture. Con una tempistica dichiarata: «Entro il 2007 - sottolinea Bignardi - sarà completato il percorso formativo. E il master, che auspica la collaborazione di vari atenei, sarà avviato il prossimo anno». Aggiunge Bisagno: «Il master si pone in posizione complementare rispetto a altre iniziative». Secondo il sindaco, infine, il corso «è un modo per ribadire la posizione strategica di Genova, capace di essere la congiunzione fra l’Europa e il Mediterraneo. In questo ambito il ruolo del Comune sarà quello di catalizzatore e lievito dell’iniziativa».
Nelle stesse ore, intanto, viene lanciata la gara tra i territori dei 22 atenei italiani che aspirano a ottenere l’assegnazione della sede del Nitel, Consorzio nazionale interuniversitario per i trasporti e la logistica sostenuto da cinque grandi aziende: Rfi, Finmeccanica, Autostrade, Anas e Poste. L’offerta da presentare deve prevedere circa 1200 metri quadrati, lo spazio per l’eliporto e sussidi per favorire la localizzazione della sede, con la creazione di circa 60 posti di lavoro diretti e 200 indiretti oltre alla nascita di spin-off. «Abbiamo deciso di mettere all’asta la fabbrica Nitel - ha spiegato il professor Beppe Sciutto, presidente del Consorzio - il luogo dove concentrare le risorse umane e l’attività del consorzio. L’idea è di creare una sorta di Sylicon Valley o Sophia Antipolis, molto radicata sul territorio».