Si getta nel Tevere per evitare l’arresto

Si è gettato nel Tevere pur di sfuggire all’arresto, ma i carabinieri l’hanno salvato e... ammanettato. È successo ieri a uno spacciatore maghrebino di 22 anni, sorpreso dai militari del nucleo radiomobile mentre cedeva una dose di hashish a un coetaneo nei pressi del ponte Testaccio. Per evitare che l’extracomunitario annegasse, anche a causa della temperatura rigida dell’acqua, i carabinieri si sono gettati nel fiume e l’hanno soccorso prima che venisse trasportato lontano dalle correnti.