Si può ridere anche ascoltando musica classica

È l’unica orchestra «filarcomica» al mondo, quanto meno la prima. L’ha inventata una coppia di comici, musicisti accademici, nota con lo pseudonimo «Dosto & Yevski», che da tempo impazza per la penisola. Dosto & Yevski, ai quali si unisce spesso «Donna Olimpia», incarnazione verosimile di cantanti d’altri secoli, primadonna viziatissima, fanno ridere, e ridono essi stessi, mettendo in scena il bizzarro mondo dei musicisti accademici, con le loro manie, rivalità, gelosie, tic, capricci da star. Nel «Concert Comique» - atteso per questa sera (ore 21) nella Sala dello stenditoio del San Michele a Ripa il duo ha a disposizione una vera orchestra al completo, la «Musicomix Orchestra», diretta da Lucio Del vescovo, un’orchestra di giovani strumentisti reclutati fra i migliori studenti e neodiplomati del glorioso Conservatorio dell’Aquila, che ha appena celebrato quarant’anni di attività nel mondo della formazione musicale e che, da qualche tempo, si cimenta nella produzione.
Per il «Concert Comique», Dosto & Yevski hanno preso lo spunto da alcune delle tante musiche che tutti conosciamo - «Quattro stagioni» vivaldiane, «Carmen» di Georges Bizet, «Rapsodia in blu» di Gershwin, «Bachianas Brasileiras» di Hector Villa-Lobos - per accompagnare in scena, con tutta l’irriverenza possibile, l’autoironica, disinibita rappresentazione del complesso mondo della musica e dei suoi protagonisti, dall’arpista che, fra le lunghe pause dei suoi radi interventi, lavora a maglia, al direttore d’orchestra medesimo che, abbandonato il podio, si butta fra le braccia di un’ammiccante, sexy flautista che per far carriera, le usa proprio tutte, le arti in suo possesso. Il «Concert Comique»' fa divertire, zigzagando fra i generi senza disdegnare. Ma solo con musica e gesti, neanche una parola. Ingresso gratuito.