Si rafforza Mediolanum

Le vicende politiche italiane hanno avuto scarso effetto a Piazza Affari, che ha invece cavalcato gli umori, dapprima positivi delle Borse mondiali. Finale in fase di consolidamento, con gli indici principali in crescita dello 0,5%, mentre continua a correre l’All Stars (più 0,6%) che dall’inizio dell’anno migliora del 9,3%. L’interesse si è concentrato sui bancari e in particolare su Capitalia (più 4,3%) dopo la composizione dei dissidi ai vertici del gruppo, mentre restano irregolari i titoli delle Popolari. Positive le azioni del gruppo Berlusconi, ove si rafforza Mediolanum (più 1,5%). Nuovo interesse per i titoli della galassia Pirelli (più 2,1%) e, in particolare, per la finanziaria Camfin (più 2,3%). Ancora in calo Alitalia (meno 1,4%), mentre ritornano in corsa i titoli autostradali, con la To-Mi in crescita dell’1,8%. Tra le azioni minori balzo del 4,5% per Marcolin, del 5,5% per Buzzi Unicem e del 4,6% per Enertad.