Si rafforzano gli energetici

Piazza Affari ha valutato ieri in positivo le considerazioni finali del governatore di Bankitalia e gli indici, dopo alterne oscillazioni, hanno chiuso in rialzo con un guadagno medio dello 0,3%. Sempre contenuta l’attività, indicata in un controvalore per 4,6 miliardi. Ancora protagoniste le banche che hanno registrato nuovi progressi, specie Capitalia e Intesa, sempre indicate come le future protagoniste del risiko bancario. Ritornano di scena le «popolari» in una prospettiva di nuovi assetti nel comparto: Verona e Novara cresce del 2,2%, si rafforza Popolare Italiana, mentre controcorrente va Popolare Intra che cede oltre l’1%. Si rafforza il comparto energetico, mentre tra le utilities emerge Edison, che guadagna il 2,8%. Nei telefonici, Telecom prosegue nel trend rialzista, con un ulteriore progresso dell’1,3%; si riprende Alitalia, e si rafforza Lottomatica (più 3,5%) nel giorno di chiusura dell’aumento di capitale. Bene Marazzi (più 2,7%), dopo gli acquisti effettuati dalla famiglia; schizza Cell Therapeutics (più 13,4%) sull’iter di approvazione di un farmaco. In sede di Ipo, da registrare che l’offerta di Bolzoni è stata sottoscritta quasi due volte. Il titolo entrerà in Borsa l’8 giugno.