Si ribalta una cisterna: 22 chilometri di coda

Tangenziale ovest paralizzata dall’alba fino alle 16 per un maxi-incidente. Un ferito trasportato all’Humanitas

Tangenziale ovest bloccata per ore, ventidue chilometri di coda e un ferito. Questo il bilancio dell’incidente avvenuto ieri alle porte di Milano: era l’alba quando una autocisterna che trasportava etere liquido si è ribaltata nel tratto compreso tra lo svincolo per l’A7 Milano-Genova e l’uscita in direzione Milano-Assago. La viabilità, tornata alla normalità verso le 16, ha richiesto anche l’intervento degli specialisti del Nucleo biologico chimico e radiologico dei Vigili del fuoco.
Alle sei e 16 del mattino, è bastata una distrazione per dare l’avvio ad un grande incidente che ha paralizzato la circolazione fino al primo pomeriggio. In pochi attimi il tamponamento tra un’automobile e un autocarro ha sottratto eventuali vie di fuga. Senza scampo, i conducenti di altri due mezzi pesanti in arrivo hanno tentato l’impossibile per evitare i veicoli incidentati: un’autocisterna carica di etere liquido si è ribaltata, il parabrezza, esploso nello schianto, ha inondato l’abitacolo di schegge di vetro ferendo al volto il malcapitato. Venticinquemila litri di etere (un tempo sfruttato per le sue capacità anestetiche ed oggi utilizzato sia come solvente che come liquido di avvio per i motori diesel) si sono allargati a macchia d’olio sul manto stradale. Sopraggiunti i soccorsi e chiusa la tangenziale, l’ambulanza ha trasportato l’unico ferito all’Humanitas di Rozzano e i Vigili del fuoco si sono impegnati per mettere al sicuro il tratto stradale.
Le operazioni dei pompieri, sopraggiunti in breve tempo insieme alle macchine della Polstrada, hanno reso necessaria anche la chiusura della carreggiata nord in direzione della Torino Laghi, del ramo di accesso in provenienza della A8/A9 Milano Laghi (verso la tangenziale ovest) e degli svincoli di accesso alla A50 fino al tratto coinvolto nell’incidente.
Grazie all’utilizzo di schiume, sabbia e polveri assorbenti, i vigili hanno ristabilito la sicurezza evitando eventuali incendi. Solo dopo che la Polizia stradale ha effettuato i rilievi sull’incidente è stato possibile recuperare i mezzi coinvolti, terminare la pulizia del tratto e ristabilire la viabilità.