«Si riorganizzano le Brigate rosse»

«Ci sono progetti di riaggregazione dell’area brigatista». È l’allarme lanciato dai servizi segreti nella relazione annuale inviata al Parlamento. «Non possono escludersi in prospettiva ulteriori tentativi di ricompattamento delle forze residue per il rilancio di programma violenti, basati sulla contrapposizione di classe, specie se correlati a tensioni sociali alimentate dalla sfavorevole congiuntura economica». Sul fronte delle cosche, «la n’drangheta conferma il suo potenziale criminale legato alla connivenza con ambienti tecnico-amministrativi e imprenditoriali, soprattutto in direzione di settori ritenuti ad alta remuneratività. Tale trend si riscontra non solo nell’area di origine ma anche al Centro-Nord». Altri motivi di preoccupazione da parte degli 007 vengono dal mondo del tifo violento, proponendo un’alleanza inedita: l’appello alla contestazione contro l’introduzione della tessera del tifoso ha attivato «vari raggruppamenti ultras (dove si registra una netta supremazia delle componenti di estrema destra) ed anche ambienti delinquenziali, contigui al mondo delle tifoserie organizzate», certificano i servizi. «Ci sono progetti tesi ad aggirare le disposizioni collegate alla “tessera” con tecniche illegali».