Si riparte da Ginevra con la Maserati di nuovo protagonista

Anteprima mondiale per la GranTurismo Il ritorno di Abarth e le novità più attese

da Milano

Resiste da 77 edizioni, imperturbabile nella cadenza annuale alla quale molte rassegne internazionali, organizzate in Paesi dove si costruiscono milioni di auto, hanno dovuto da tempo rinunciare. È il Salone di Ginevra che aprirà giovedì 8 marzo, con oltre 80 prime assolute esposte sugli stand che coprono una superficie di 77mila metri quadrati.
Ci sarà tempo fino al 18 marzo per ammirare la regina incontrastata, la Maserati GranTurismo, disegnata da Pininfarina, come la prima GT, la A6 1500, con il marchio del Tridente presentata 60 anni fa, tanti quanti quelli che compie la Ferrari tra qualche mese, evento celebrato con una 612 Scaglietti speciale. L’ha fortemente voluto Luca De Meo il ritorno sulle strade del marchio Abarth, che, a Ginevra, presenta la Grande Punto Preview, prototipo molto vicino alla produzione di serie limitata, secondo lo stile dello storico Scorpione. È una sfida la spider Alfa Romeo con il turbodiesel Jtdm da 200 cv, mentre la Lancia Ypsilon Sport torna a vestirsi nell’atelier MomoDesign. Su tutte la Fiat Bravo, appena nata e già insignita del massimo riconoscimento in fatto di sicurezza, le 5 stelle EuroNcap. Si fermerà estasiato il visitatore di fronte alla Gallardo Superleggera della Lamborghini, prima di avvicinarsi all’altro marchio sportivo del gruppo Volkswagen, la Audi, che propone la nuova coupé A5, già pronta anche nella versione estrema «S». Basta cambiare lettera, e con la «M» troviamo le novità più dinamiche di Bmw, a cominciare dalla M5 Touring, circondate dalla Serie 1, rinnovata e finalmente dotata anche della versione a tre porte, e dalle Serie 5 rivisitate (poco, perché l’auto resta un benchmarking di stile e tecnologia in questa fascia), tutte equipaggiate di motori e dispositivi mirati a ridurre le emissioni nocive allo scarico. Si inserisce in questa tendenza Mercedes-Benz con la nuova Classe C, la best-seller con la stella esposta anche con la motorizzazione diesel Bluetec. Guarda ai consumi anche Mini, che introduce per la seconda generazione dell’era Bmw la OneD, in attesa di proporre la Clubman, la wagon della piccola di Oxford.
Vanno alla grande le vendite di Opel Corsa che, nella scia della poderosa GT, presenta la sportiva Opc. Si gioca sui volumi delle carrozzerie la competizione nei segmenti delle compatte e delle medie che mirano a offrire più abitabilità in ingombri esterni contenuti. Si va dalla Renault Twingo (finalmente pronta) alla Skoda Fabia, dalla wagon Golf Variant alla Mazda2 che incarna al meglio lo spirito «zoom zoom», fino ai crossover di Peugeot, la 4007, e Citroën, la C-Crosser, dotati di trazione integrale. Il 4x4 lo troviamo anche nell’affidabile sistema All-Mode della Nissan X-Trail. Avrà la capote in tessuto la Kia Cee'd cabrio che entro fine anno completerà la gamma della compatta coreana. Coccola la neonata Auris, Toyota, che lancia la serie «F» per Lexus. Due le novità di Volvo sullo stesso tema: la Sw V70 e la cross country XC70. Tante, infine, le concept annunciate e tappeto rosso per le proposte dei carrozzieri italiani.