Si riunisce il comitato di stabilità

Le eventuali ripercussioni sul sistema finanziario italiano del crac Lehman Brothers e l’esame più generale delle turbolenze dei mercati saranno tra i temi principali all’esame della riunione, convocata da tempo, del comitato per la salvaguardia della stabilità finanziaria, e fissata per la tarda mattinata di oggi al Tesoro. L’organismo, presieduto dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, è composto dal Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi, dal presidente della Consob Lamberto Cardia, dal presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini e dal direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli. Gli stessi attori - con l’eccezione di Tremonti che ha preso il posto di Padoa-Schioppa -che si erano riuniti per un primo esame dei riflessi italiani della crisi internazionale il 7 marzo scorso, quando il quadro era stato definito «nel complesso abbastanza rassicurante».