Si rompe il treno, odissea per 3mila

Al freddo della notte fino alle prime luci dell’alba senza viveri, né coperte. Un’odissea per i passeggeri dell’Intercity Lecce–Milano che l’altra notte ha avuto un guasto al carrello posteriore della carrozza cuccette. Complessivamente sono state oltre 3.500 le persone coinvolte e rimaste «accampate» per ore nelle diverse stazioni, prima che arrivassero i circa 70 pullman organizzati da Trenitalia. I passeggeri sono stati portati alla stazione di Civitanova. «Ho visto gente disperata ovunque, perché aveva freddo» racconta un testimone. Polemica sui ritardi dei soccorsi.