Si rompono gli ovuli nella pancia Salvata una pusher in overdose

Il viaggio d’affari era solo una copertura: così A.B.I., 40enne venezuelana, sedicente commerciante proveniente da Caracas, è stata salvata e arrestata dalla guardia di finanza e dal servizio antifrode della Dogana a Fiumicino per traffico di droga. I finanzieri hanno notato le pupille dilatate e il crescente malessere della passeggera. Accompagnata in overdose al «Grassi» di Ostia, la donna è stata operata all’addome e poi ricoverata in terapia intensiva per alcuni giorni. A mettere a rischio la sua vita, il cattivo confezionamento di alcuni dei 150 ovuli con due chili di cocaina, che si sono aperti nello stomaco della donna. Al termine della degenza, la narcotrafficante è stata arrestata e trasferita a Rebibbia. Dalla droga, purissima, sarebbero stati ricavati oltre 8 chili di cocaina «da strada», per un valore di 2 milioni di euro. La collaborazione tra Dogana e fiamme gialle di Fiumicino nel 2006 ha portato a denunciare di 900 responsabili (arrestandone 170) per violazioni alla normativa sugli stupefacenti, e al sequestro di una tonnellata di droga.