Si sospetta un’origine dolosa

L’incendio dell’altra sera in un vecchio edificio nel Marais, a Parigi, è quasi identico a quello avvenuto cinque giorni fa nel tredicesimo arrondissement, nel quale morirono diciassette persone, 14 delle quali bambini: erano tutti immigrati africani. Secondo Jean Yves Mano, responsabile degli alloggi comunali della capitale francese, il rogo sarebbe stato provocato da «un elemento esterno». In un’intervista al quotidiano 20 minutes, Mano ha lasciato intendere che l’incidente potrebbe essere di origine dolosa. «Non è ufficiale - ha affermato - ma se non ci fosse stato un intervento dall’esterno, l’incendio non ci sarebbe stato». Le indagini, intanto, non hanno rilevato alcuna traccia di benzina. Il procuratore della capitale francese, Jean-Claude Marin, ha anche escluso l’ipotesi di un corto circuito: nell’ingresso, dove si ritiene siano divampate le fiamme, non c’erano infatti fili o impianti elettrici. Gli inquirenti non escludono quindi alcuna ipotesi, inclusa quella del dolo, e hanno ammesso che l’indagine sulle cause dell’incendio del 26 agosto «si annuncia lunga e difficile».