Si spara all’ufficio delle imposte: «Avete la mia pelle»

«Avete voluto la mia pelle, ora l’avete» Un uomo di 55 anni ha scritto il biglietto, lo ha lasciato all’impiegato dello sportello, è uscito dall’ufficio delle imposte di Creteil, alla periferia di Parigi, e si è tolto la vita sparandosi un colpo alla testa con un pistola calibro 38. Era sommerso dai debiti e non sapeva più come rimborsare il fisco.
Il dramma è successo nel primo pomeriggio di mercoledì. Il suicida era sposato e padre di due ragazzini adolescenti: alcuni conoscenti avevano segnalato che era «sempre più triste». Di professione architetto e urbanista, da diversi anni era senza lavoro. Doveva allo Stato una somma di denaro elevata, fonti giudiziarie parlano di circa 26mila euro.