Si spoglia in aula per mostrare le «sevizie» dei pm

Nuovo show in Corte d'Assise di Roberto Porpiglia, 38 anni, l'uomo processato con l'accusa di avere ucciso a coltellate i genitori Franco e Angela, di 73 e 65 anni. Questa volta l'imputato si è denudato per mostrare i segni delle «sevizie» che, a quanto ha detto, i pubblici ministeri gli hanno inferto prima in Spagna, sulla spiaggia di Barcellona, e poi ancora recentemente in carcere. Durante le udienze precedenti, Porpiglia aveva detto, in varie occasioni, di chiamarsi in un altro modo, di essere vittima di un complotto, di essere un ufficiale dell'aviazione americana perseguitato dalla Cia. I giudici hanno respinto la richiesta dei pm Manuela Pedrotta e Nicoletta Quaglino di procedere a un nuovo esame psichiatrico, rinviando la causa al 17 febbraio. Porpiglia uccise i genitori nel luglio del 2004 e subito dopo si diede alla fuga, venendo arrestato nel giro di una settimana. Sullo stato di salute dell'imputato al momento del delitto ci sono versioni contrastanti.