Si toglie il velo sull’Area C: in arrivo oltre 200mila multe

Sedici milioni e mezzo: è quanto dovrebbe incassare il Comune solo nei primi due mesi di Area C. Un tesoretto costruito «bastonando» gli automobilisti indisciplinati, ma soprattutto inesperti della nuova congestion charge. Dovrebbero ammontare a 188.500 le contravvenzioni per le prime nove settimane, da 87 euro l’una (compreso costo di notifica). Questa almeno la stima che si può fare proiettando i dati delle contravvenzioni elevate da Joshua, il cervellone, nella prima settimana del provvedimento. Attenzione però: la stima è la ribasso perché comprende solo le multe elevate a chi non ha pagato l’ingresso in Area C entro il 17 marzo, termine ultimo per mettersi in regola. Solo dal 16 al 20 gennaio, la settimana di esordio, sono state elevate 20946 multe su 433.109 ingressi effettuati. smemorati, distratti e ritardatari rappresentano il 13% circa del totale. A questo numero bisognerà aggiungere le sanzioni ai Diesel Euro 3, banditi da Area C, e ai veicoli di lunghezza superiore ai 7 metri, che saranno plausibilmente una manciata di casi. Delicato il caso degli Euro 3: tra questi c’è chi è entrato nella zona rossa anche un centinaio di volte e dovrà pagare altrettante sanzioni.