Si vanta di essere stato scarcerato dopo uno stupro. Nigeriano arrestato

Un nigeriano di 25 anni, accusato di stupro aveva ottenuto una misura sostitutiva del carcere. Una volta fuori si era reso irreperibile alla polizia giudiziaria. Grazie alle indagini è stato rintracciato. Si vantava dello stupro e di essere rimasto impunito

Si vantava di essere stato scarcerato nonostante su di lui pendesse un'accusa di violenza sessuale, rapina e lesioni ai danni di una sua connazionale; un 25enne nigeriano, grazie alle indagini degli inquirenti è, ora, in stato di arresto con misura cautelare aggravata.

Il 25enne era stato arrestato nel settembre scorso ma aveva ottenuto la sostituzione della misura cautelare con l'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria e il divieto di avvicinamento alla vittima. Appena uscito dal carcere, pochi giorni fa, il nigeriano si è reso irreperibile e inottemperante agli obblighi; immediatamente gli agenti della Polizia hanno iniziato le indagini scoprendo che l'uomo era entrato in contattato con un'amica della vittima chiedendo informazioni su quest'ultima e vantandosi di essere stato scarcerato dopo la violenza.

Anche grazie a queste rivelazioni l'Autorità Giudiziaria ha emesso un’ordinanza di aggravamento della misura con richiesta di accompagnamento in carcere del soggetto; inoltre, venerdì scorso, sono stati rinvenuti, presso il centro di accoglienza dove lo straniero aveva il domicilio, alcuni effetti personali della vittima.

Grazie ad azioni di appostamento e osservazione il nigeriano, infine, è stato rintracciato e condotto in carcere.

Commenti

baronemanfredri...

Gio, 25/04/2019 - 19:51

HA GIA' CAPITO CHE CON LA MAGISTRATURA IN ITALIA TUTTO LORO POSSONO. MAGARI CON PAROLE DELLA SINISTRA

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 25/04/2019 - 19:55

Siiii ma che faticaaaa!!! Non si faceva prima a tenerlo dentro da subitooo!!! Bisogna iniziare a fare gli elenchi dei giudici troppo buonisti e metterli a pelare patate in qualche casermaa!!!!jajajajajajaja.

Tranvato

Gio, 25/04/2019 - 20:00

Le colpe vanno ricercate sempre nelle stesse menti: fin quando non si provvede drasticamente a riformare il sistema giudiziario non potranno esserci nè sicurezza nè vera giustizia.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 25/04/2019 - 20:29

Triplicategli la pena, ma che sia effettiva e non al solito virtuale.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 25/04/2019 - 20:54

Ma è mai possibile che l'autorita' giudiziaria si faccia menare per il naso così? Non ha ancora capito con che razza di gentaglia ha a che fare?

ziobeppe1951

Gio, 25/04/2019 - 21:02

Trogloditi si nasce

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 25/04/2019 - 21:16

E sarebbe bene che in carcere qualcuno lo prendesse sotto la sua "amorevole" protezione... E che vada poi a vantarsi pure ti "quello"...

giac2

Gio, 25/04/2019 - 21:41

Zitti Tutti. E' una risorsa che ci pagherà la pensione non appena rilasciato.

Yossi0

Gio, 25/04/2019 - 22:18

cosa aspetta il magistrato che lo ha liberato ad indagare chi lo ha arrestato per sottrazione di fondi all'inps ? stai a vedere che i magistrati liberano le risorse perché temono che costoro non pagando l'inps bisognerà ridurre le loro laute pensioni

apostrofo

Ven, 26/04/2019 - 01:42

Certo che se dopo una violenza sessuale accertata e dopo la relativa "condanna", costui viene lasciato fuor di galera non ne trae, a quanto pare, un grande insegnamento. Il deterrente della legge ?

portuense

Ven, 26/04/2019 - 07:43

ora espulsioneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee