Sia severità uguale per tutti

Non vorrei che, alla fine di tutto, venissero usati due pesi e due misure ed a subire il massimo della pena da parte della cosiddetta giustizia sportiva siano solo ed esclusivamente le società più deboli e con meno Santi in Paradiso (vedi Genoa).
Se così fosse non ci si potrebbe, poi, lamentare se i tifosi, ed in special modo i più giovani, dovessero disinnamorarsi da quello che, fino a ieri, era considerato il gioco più bello del mondo.
Spetta, infine, al sindaco Pericu avviare una inchiesta urgente per capire come il Comune di Genova possa trovarsi coinvolto nella delicata inchiesta sullo scandalo del calcio.
Capo gruppo di An
in Consiglio regionale