«Siamo in ritardo sul candidato...»

Ho letto su di un quotidiano genovese che io sarei d'accordo nel sostenere la campagna elettorale di Forza Italia per l'elezione del Sindaco di Genova. Mi permetto dissentire da tale impostazione del problema in quanto sono disponibile a sostenere un candidato sindaco, solo se tale candidato risponderà a determinati requisiti, che per me sono indispensabili. Per ora ho cercato di dare consigli generici sul come e quando iniziare ad organizzare la campagna elettorale, ma mi sembra che i dirigenti di Forza Italia non siano assolutamente d'accordo nel recepirli ed anzi si ostinino a perseguire la strada fin qui percorsa, che io reputo assolutamente improduttiva anche se più facile.
Si passa da una riunione allo Star Hotel ad una convention al Teatro della Gioventù in via Cesarea, da un'assemblea pubblica al Jolly Marina del Porto Antico ad un comizio a Palazzo Ducale ed al Jolly Plaza di Piazza Corvetto, continuando a dare l'impressione alla gente che a Forza Italia ed ai suoi dirigenti «non gliene frega niente» delle delegazioni e dei suoi gravi problemi, che la sinistra, sicura di non avere concorrenti sul territorio, continua ad ignorate ed in alcuni casi ad aggravare. CEP di Prà, Begato, Diga, Scarpino, Borzolì via della Rumenta, Lavatrici, Bisagno, Parchi di Nervi, sono alcune criticità della città, che il signor Sindaco è certo di lasciarci in eredità «più bella».
Ritorno sul tema: a costo di essere tacciato di ripettività, vorrei invitare gli amici Scandroglio e Cassinelli a convocare le prossime riunioni anche al Verdi di Sestri, al Modena di Sampierdarena, a Pontedecimo, a Bolzaneto, Rivarolo, Molassana...
Tanto per incominciare.
Quando poi sarà individuato il candidato Sindaco (siamo già in ritardo...!), questi dovrà iniziare a battere con il camper, a piedi, in bicicletta, sugli autobus, le alture, le delegazioni, il centro, dimostrando di essere un profondo conoscitore della città: sarebbe anche utile convincere il Signor Berlusconi a sganciare i finanziamenti necessari per una grande e funzionale organizzazione sul territorio ed a mandare in onda settimanalmente un programma su di una rete delle sue televisioni con Genova al centro dell'attenzione.
Mi fermo qui, ringrazio per l'attenzione e mi scuso per la lunghezza.
*Capogruppo Liguria Nuova in Comune