«Siamo stati fortunati ma non abbiamo rubato»

È felice il presidente rossoblu Enrico Preziosi: «Ho visto una squadra che voleva ribaltare il risultato, mi sono divertito e davvero molto contento per i 25 punti che abbiamo ottenuto. È un cammino che va oltre le nostre aspettative, questa classifica ci fa ben sperare per il futuro». Applausi anche a Lucho Figueroa: «Sono molto contento per lui, da quando è entrato ha cambiato la partita: ha fatto davvero un’ottima partita». C’è grande soddisfazione per questo successo, Preziosi spiega ancora: «Vincere così è troppo bello, l’ Atalanta ci ha messo in difficoltà ma nel secondo tempo, rigore a parte, non ci hanno più impensierito». Adesso, si punta verso Milano, per cercare la missione impossibile contro i rossoneri di Carlo Ancelotti: «Andremo a San Siro con lo spirito di sempre, sappiamo che i valori sono completamente diversi ma l’importante in certe partite uscire a testa alta: proveremo a giocarci la nostra partita senza troppi pensieri». Sul mercato lascia una porta aperta: «Non escludo niente, il fatto di essere in serie A dopo tanto tempo mi fa venire voglia di fare qualcosa di grande». Gian Piero Gasperini confessa che l’ Atalanta è stata superiore nel primo tempo ma ha applaudito la grande voglia dei suoi ragazzi: »Fortunati? Sì, anche, ma non abbiamo certo rubato la vittoria». Sulla possibilità che Figueroa e Borriello possano giocare insieme, il mister, poi, ha risposto così: «L’argentino è stato determinante, non ho mai avuto dubbi sulle sue qualità. Io, però, ho il mio modo di giocare e Borriello sta prendendo una quotazione incredibile, non me la sento proprio di cambiargli il ruolo. Un giudizio sul terreno di gioco? È vergognosamente verniciato, le scarpe sono colorate di verde: penso abbia il fondo più brutto di tutta Italia». Grande protagonista è stato l’argentino Lucho Figueroa che ha messo lo zampino nella rete del pareggio, prima di realizzare il sigillo del sorpasso: «Con Borriello l’intesa è stata perfetta, sono davvero molto contento. E bellissimo aver ripagato l’affetto di questi straordinari tifosi con il gol che ha regalato i tre punti. La mia condizione? Non è facile riprendersi dopo due infortuni, ma adesso mi sento molto meglio e piano piano sto riprendendo la condizione ottimale». Non ha parlato Marco Borriello ma in mattinata però intervenuto a Radio Italia per raccontare la vigilia della partita aveva confessato il suo sogno: «La convocazione azzurra per al prossima amichevole? Visto il mio momento, potrei dire che in caso chiamata non avrei rubato nulla». A maggior ragione dopo l’undicesimo gol.