Siamo tutti fuori di BIT!

Happy hours, notte bianca in Brera, app per iPhone e molti altri gli appuntamenti previsti per la fiera del turismo

Ecco un “effetto” BIT che fa bene. Il Mondo arriva a Milano e Milano racchiude tutto il mondo, a partire da giovedì 17 febbraio 2011. L’occasione si chiama Fuori BIT. 19 nazioni e 23 location sono state coinvolte e sono già pronte ad ospitare eventi, mostre fotografiche, appuntamenti musicali, culturali ed enogastronomici, ovvero quelli che animeranno l’intera città all’insegna dell’internazionalità. Fino al 19 febbraio 2011. 

Fuori BIT! “Milano nel Mondo, il Mondo a Milano” è il titolo coniato dal Comune di Milano per presentare la prima edizione di Fuori Bit. Mentre in Fiera si svolge, come da tradizione, la Borsa Internazionale del Turismo, la città della Madonnina si arricchisce di un fitto calendario di inaugurazioni, degustazioni, party esclusivi, mostre, concerti e sfilate che avranno come protagonisti i paesi del mondo, Nazioni ed Enti del Turismo per la prima volta a confronto e perfettamente integrati con le vie e le tradizioni di Milano.

Il calendario BIT 2011 Ieri l’happy hour serbo-croato che ha dato vita ad un insolito concerto itinerante su un pullman a due piani. Una “festa d’aperitivo” che ha investito il quartiere Isola animato per l’occasione dai suoni e dall’ allegra presenza di Croazia e Slovenia. Ieri anche “Il Safari by Night” organizzato dal Sudafrica: dal 17 al 19 febbraio il centro di Milano si trasformerà in un grande parco naturale sudafricano e dalle ore 18 alle ore 24 si potranno avvistare i famosi Big Five (elefanti, leoni, rinoceronti, leopardi, bufali) proiettati su alcuni dei più importanti edifici storici della città.

Si prosegue venerdì 18 febbraio con: Russia, Grecia, Argentina, Portogallo protagoniste della “Brera IN night”, la notte bianca dello storico quartiere degli artisti che riserverà negozi aperti sino a tarda notte, cantanti, mostre fotografiche e performance di vari artisti stranieri attivi sul territorio cittadino; i colori e le atmosfere della Spagna rivivono in una serata sivigliana nel cortile di Palazzo Isimbardi; scatti d’autori milanesi raccontano la Giordania a Palazzo Morando; i sapori della Francia si mettono in mostra alla Pinacoteca Ambrosiana, dove il foie gras incontrerà il Panettone Brand Milano; l’Olanda conquista la Triennale per un confronto tra design e creatività; il Gambia (Africa) sceglie la zona Tortona per celebrare la sua festa nazionale accanto alla eterna sfida di birre artigianali Italia-Germania.

Dal 17 al 19 febbraio, mentre la Rotonda della Besana si trasforma nella magica terra di Svezia, che per l’occasione propone una originale, quanto insolita ricostruzione, della foresta di Sleipnir, il Museo del Novecento apre gratuitamente le sue porte fino alle ore 23.

Fuori Bit è stato organizzato anche come un viaggio nel gusto con “Restaurant tour in Milan”, sei giovani chef che venerdì 18 apriranno le porte dei loro ristoranti, rivisitando piatti della tradizione culinaria di Scozia, Grecia, Thailandia, Francia, Giappone e Marocco e, per chiudere nel segno della tradizione più autentica, sabato 19, la Cascina Cuccagna proporrà visite guidate e degustazioni di prodotti a km zero.

Ha dichiarato l’Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità Alessandro Morelli: “Il Fuori BIT è un appuntamento che metterà la nostra città al centro del mondo nei giorni della Borsa Internazionale del Turismo. La nostra politica difende le radici culturali di Milano ma al tempo stesso promuove e valorizza la nostra metropoli come capitale riconosciuta della moda, del design e della cultura ed oggi anche del turismo. La grandezza di Milano” – ha proseguito Morelli – “parte proprio da quelle radici profonde che noi intendiamo valorizzare con la nostra politica, perché Milano deve essere una capitale mondiale in molti settori e l’internazionalità è una delle chiavi del suo successo e della sua storia. Questa manifestazione dimostra la capacità che ha Milano, seconda città con più consolati nel mondo, di coniugare l’internazionalità con le proprie radici”.

Insomma, il weekend non potrebbe essere più "fuori di BIT", Milanese, Contemporaneo, culturale, originale e divertente, fuori dai canoni tradizionali e questo grazie anche all’attiva partecipazione delle principali Associazioni del progetto Erasmus delle università cittadine.