Siamo gli unici in Europa con la pensione a 57 anni

Scrivo sperando che il Giornale possa dare una «voce mediatica» a noi cittadini che non abbiamo modo di andare nei salotti televisivi. Ma come si fa ad avere fiducia in un governo completamente ingessato dalle antiche ideologie dell’estrema sinistra? Si parla di riforma del sistema pensionistico e il punto di rottura è l’età pensionabile. Tutta Europa riderà di noi, perché il governo dovrà cedere in nome dell’attaccamento alla «poltrona». Siamo l’unico Paese europeo ad avere la possibilità di andare in pensione a 57 anni. Capisco che ci siano categorie di lavoratori che fanno mestieri usuranti e per questi si possono fare delle eccezioni. Io ho 53 anni e mi deprime pensare di andare in pensione a 57 anni. Poi non capisco perché le donne, che hanno una aspettativa di vita superiore all’uomo, possano andare in pensione prima. Si deve pensare ai nostri giovani, al futuro, a un Paese nuovo. I giornali dovrebbero dar voce ai molti cittadini che pensano che l’età della pensione debba essere 65 anni per tutti. Questa opinione è ormai largamente condivisa dalla gente.