In Sicilia colazioni con passione

Che in Sicilia, specialmente sudorientale, la ristorazione sia in fase di solare rinascimento, è cosa nota. Altrettanto nota, purtroppo, è la carenza di strutture alberghiere capaci di una qualità e professionalità nel servizio. La cortesia siciliana evapora quando si tratta di servire la colazione in un hotel. Per evitare malumori mattutini, da Catania a Palermo abbiamo scelto un itinerario di bed & breakfast dove la colazione si tinge di colori locali, di frutta del giardino, di marmellate sapientemente fatte in casa, e soprattutto del sorriso di chi te le serve. A Mascalucia, fuori dalla pazza folla catanese, c'è Azienda Agricola Trinità, 095.7272156, www.aziendatrinita.it, un complesso originario del 1600 in cui si può scegliere di cucinare da sé negli appartamenti dotati di angolo cottura (e ci si raccoglie da soli i prodotti dell'orto e del frutteto), oppure si può prenotare la cena con menu solidamente tradizionale. In entrambi i casi, la colazione è con prodotti locali, tra i profumi alle pendici dell'Etna. A Noto, la Masseria degli Ulivi, 0931.813019, www.masseriadegliulivi.com, resta un luogo piacevole per pernottare anche dopo la dipartita dello chef Accursio Craparo. La colazione nel giardino delle erbe aromatiche resta una consolazione. A Modica, all'Orangerie, 347.0674698 , www.lorangerie.it, si fa colazione nella cucina d'epoca. Biscotti (impanatiglie di carne e cioccolato, nugatoli di fichi e miele, mustazzoli di mosto d'uva) del laboratorio Don Puglisi, cioccolato di Bonajuto; assortimento di mieli siciliani e marmellate del Caffè Sicilia. Sempre a Modica, nella città alta, palazzo Failla, 0932.941059, www.palazzofailla.it, ha la connessione wireless in tutte le camere (si acquista una tessera a tempo); i fans di Accursio Craparo ora cenano qui, alla Gazza Ladra, con colazione ricche di prodotti locali e marmellate del Caffè Sicilia.
A Licata invece manca purtroppo un'ospitalità alberghiera degna di fare il controcanto alla cucina di Pino Cuttaia alla Madia; ma a Sciacca, dove si cena volentieri all'Osteria del Buco, ci si consola in un b&b dalla collocazione improbabile (impossibile arrivarci da soli: i proprietari vi fanno strada). La colazione diventa uno spettacolo per la cura estetica nel servire la frutta che accompagna marmellate fatte in casa, biscotti locali. B&B Sotto la palma, contrada da Raganella 823, 0925.80385/ 339.3462576. A Marsala, l'agriturismo Samperi è, oltre che un'oasi dalla città, una cittadella della cucina tradizionale custodita e replicata da tre vestali, Elvira, EnzaPia e Pina al 308 contrada da Fornara, 0923.741733. A Mondello infine, torte e marmellate casalinghe e deliziose nel voluttuoso giardino del Glicine alla Piana dei Colli, www.ilglicine.net.