Sicilia Giovane russo sgozza il padre e si costituisce

È adesso in isolamento nel carcere di Petrusa, ad Agrigento, il giovane di origini russe che ha ucciso il padre adottivo. Constantin Gennaro, 23 anni, ha colpito con un coltello al collo il genitore, Damiano Gennaro di 61 anni, e in pratica lo ha sgozzato. La tragedia è avvenuta nell'abitazione di famiglia, nel quartiere Villaggio Mosè, alla periferia sud della città siciliana. Dopo aver colpito a morte il padre, Constantin ha chiamato il 112 e si è costituito. I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile sono intervenuti pochi minuti dopo.