Sicilia, muore 3 giorni dopo essere uscita dall’ospedale

Si era recata all'ospedale di Agrigento tre giorni fa perché non stava bene: essendo all'ottavo mese di gravidanza temeva delle complicazioni. Per un giorno intero era stata sottoposta a diverse visite e test clinici quindi era stata dimessa. Ieri sera però il dramma. Giovanna Cavaleri, 32 anni, di Favara, centro a cinque chilometri da Agrigento, è stata colta da malore e si è accasciata a terra priva di sensi. Trasportata nuovamente in ospedale i medici non hanno potuto fare nulla. La donna era morta a causa di un collasso cardiocircolatorio ma la creatura che portava in grembo respirava ancora. Con un taglio cesareo hanno fatto venire alla luce la piccola che pesa soltanto un chilogrammo e mezzo. Le sue condizioni sono gravi tanto che è stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva neonatologica.
La gravidanza di Giovanna Cavaleri era a forte rischio perché era affetta da una grave forma di obesità. Proprio per questo motivo al primo sintomo si recava immediatamente dal ginecologo. Nei giorni scorsi, però, Giovanna Cavaleri aveva accusato dei dolori lancinanti. Si era preoccupata molto e aveva avuto la necessità di sapere in dettaglio le condizioni di salute, soprattutto della bambina. E proprio per questo motivo si era recata in ospedale. La magistratura ha deciso di aprire un’inchiesta.