Sicurezza, allertate questure e prefetti

Due circolari del Dipartimento di pubblica sicurezza a questori e prefetti in tutta Italia, per aumentare le misure di sicurezza in seguito gli attacchi degli estremisti islamici alle sedi diplomatiche di Paesi europei per la pubblicazione delle vignette satiriche in Danimarca. Poi, in serata, il ministro degli Interni Giuseppe Pisanu convoca i vertici delle forze dell’ordine e del Sisde per essere informato sullo stato della sicurezza in vista delle Olimpiadi di Torino.
Una prima circolare, giunta nella mattinata di ieri, segnalava in particolare alle forze dell’ordine la tutela di «obiettivi e interessi danesi» oltre alle «sedi diplomatiche e consolati» degli altri Paesi coinvolti nella vicenda e possibili target della vendetta islamica.
Ma l’estendersi della protesta ha convinto il Dipartimento di pubblica sicurezza a inviare una seconda circolare in cui viene allargato il campo d'azione, raccomandando di prestare attenzione a tutti «gli obiettivi sensibili ritenuti legati alla vicenda».
L’esigenza di innalzare il livello di sicurezza in Italia dopo gli attacchi alle ambasciate danesi in diverse nazioni, nasce, secondo la circolare, dal fatto che «non si può escludere che analoghe iniziative possano riguardare il territorio nazionale». A questori e prefetti si chiede inoltre di rafforzare e «implementare l’attività info-investigativa per l'acquisizione di dati utili per la predisposizione di misure preventive».