Sicurezza Attivate le telecamere alle fermate dei tram

Il Comune accende 95 telecamere sulle pensiline dell’Atm. A partire da oggi. L’annuncio arriva dal vicesindaco e assessore alla sicurezza Riccardo De Corato che assicura: «Un centinaio circa di telecamere sono state attivate alle fermate dei tram. I nuovi occhi elettronici sono stati posizionati da Atm. Una misura adottata per un maggior controllo delle aree a rischio del territorio cittadino ma anche delle periferie. Infatti ben trentotto telecamere sono state posizionate sulle pensiline dei quartieri della periferia». Un’altra conferma dell’attenzione che Milano pone al tema della sicurezza e delle misure che sta adottando per contrastare attività illecite e degrado. «I nuovi occhi elettronici saranno una garanzia in più contro malintenzionati e violentatori. E saranno un ottimo strumento per combattere la percezione di insicurezza nelle periferie - ha aggiunto il vicesindaco -. Tant’è che 38 telecamere sono state posizionate nei quartieri periferici della città: in particolare 5 a Quarto Oggiaro, 8 a Primaticcio, 4 nella zona di Niguarda, 4 a Porta Vigentina, 6 al Gratosoglio, 3 al Gallaratese, 2 alla Bovisa, 3 nel Vigentino, 3 alla Barona. Alcune di queste aree (Gratosoglio, Quarto Oggiaro, Lorenteggio e quartiere Vigentina) tra l’altro, sono anche presidiate dai pattugliamenti misti di militari e Forze dell’ordine». L’installazione delle telecamere si aggiunge alla dotazione di sistemi di videosorveglianza presenti in città: 1070 telecamere e 120 colonnine sos. «A dimostrazione che il Comune ha speso e continua a spendere molto per garantire la sicurezza del cittadino e in particolare delle donne».