Sicurezza, casa e famiglia: in bilancio 69 milioni di euro

Meno tasse e più servizi ai cittadini. «Stiamo andando nella direzione opposta rispetto al governo», Letizia Moratti presenta il Bilancio 2008 e non risparmia una frecciata alla Finanziaria del governo Prodi. Sotto la Madonnina una manovra da 69 milioni di euro. Che, aggiunti alle maggiori spese dell’anno scorso, in milioni fanno 94. «Per investimenti - assicura il sindaco - su sicurezza, riduzione dell’Ici, politiche per la casa e la famiglia, progetti su salute, ambiente, sport e mobilità. Proseguiamo il lavoro dell’anno scorso e investiamo in totale 94 milioni di euro in più tra il 2007 e il 2008». Nessuna sforbiciata, nonostante i rubinetti di Roma siano sempre più chiusi, agli assessorati. E, infatti, la giunta licenzia il provvedimento in appena un quarto d’ora.
Fra le priorità di spesa la sicurezza, con task force per le zone a rischio, l’incremento dei vigili sul territorio (previste 200 nuove assunzioni), contrasto delle occupazioni abusive. In materia di «prevenzione e integrazione», pronti programmi di educazione alla legalità, convivenza civile, inserimento nel mondo del lavoro, educazione civica e sportiva. Ricco il capitolo casa, a partire dai nuovi sgravi Ici. Due le ipotesi allo studio. Una prima che prevede sgravi per i mutui prima casa: 123mila famiglie che risparmierebbero 81 euro. Oppure, dopo il calo dal 5 al 4,7 per cento dell’anno scorso, un ulteriore abbattimento al 4,4. In media 25 euro in meno per tutti. Per le famiglie disagiate, contributi all’affitto. Sempre in tema di minori tasse, non sarà applicata l’addizionale Irpef prevista dalla Finanziaria nazionale e la Tarsu (tassa immondizie) rimarrà invariata. Dodici milioni di euro in più alle politiche per la famiglia: libri di testo gratis non solo per il primo, ma anche per il secondo anno della scuola secondaria inferiore. Previsti stanziamenti per le famiglie in difficoltà. Da allestire una task force contro il degrado urbano specializzata nella pulizia dei graffiti e dei marciapiedi. Buone notizie per gli automobilisti con gli ausiliari della sosta che più che pensare a far multe, dovranno essere impegnati nella «fluidificazione del traffico». Incremento e miglioramento del trasporto pubblico, attenzione allo sport con iniziative dedicate alle periferie e aiuto alle piccole associazioni sportive che potranno usufruire di un fondo per la ristrutturazione degli impianti. Lotta alla contraffazione. Il tutto per un totale di 34,6 milioni di euro. A cui vanno aggiunti 23 milioni per l’aumento contratto di servizio Amsa e 12 milioni per il nuovo contratto nazionale dei dipendenti. Soldi da recuperare con le maggiori entrate derivanti dal recupero dell’evasione (Ici e pubblicità), contributi statali e canoni, entrate dall’Ecopass, incremento dei dividendi delle società partecipate e un’ulteriore riduzione delle spese amministrative. Già pronto il primo emendamento. «Tre milioni di euro per le famiglie invece che per l’estensione del patto di legalità agli altri dieci campi rom regolari in città», chiede il capogruppo di An Carlo Fidanza.