Sicurezza, De Sade chiuso 3 mesi

Claire abbassata per la discoteca De Sade, già nel mirino delle forze dell’ordine per problemi di ordine pubblico. «Da verifiche amministrative - spiega il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato - è venuta a galla una situazione di abusivismo. La proprietà ha infatti stipulato un contratto d’affitto con un’altra società, senza notificare al Comune alcun subingresso al legittimo titolare della licenza. A questa violazione vanno aggiunti i gravi problemi di sicurezza pubblica. Da informazioni della questura, che ha già emesso cinque provvedimenti di chiusura nei confronti del locale - aggiunge De Corato - è emerso che il De Sade costituisce un punto di ritrovo per persone dedite all’uso di sostanze stupefacenti e alcol, che si sono rese responsabili di gravi episodi di violenza all’interno e all’esterno dello stabile: risse, colluttazioni e anche una sparatoria».
Il locale è stato messo sotto sequestro preventivo, dopo la rissa del 27 dicembre scorso, sfociata in omicidio per mano di un cliente pregiudicato per reati legati alla droga. «Il provvedimento - sottolinea De Corato - è stato esplicitamente richiesto dal prefetto, alla luce dei reiterati episodi di violenza, e mira a garantire la sicurezza dei cittadini e dei residenti della zona. Da marzo le aree esterne di alcuni locali notturni, nel caso si verificassero fatti gravi, saranno presidiate dai volontari dei City Angels, Blue Berets e Associazione poliziotti italiani.