Sicurezza, i 4 punti di Alemanno

C’era grande attesa per l’esordio del nuovo sindaco di Roma al tavolo del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza convocato ieri dal Prefetto Carlo Mosca. Le attese non sono andate deluse. Per Roma si profila un netto cambio di marcia. Gianni Alemanno ha sintetizzato in quattro punti quello che intende fare per restituire legalità e sicurezza alla città. Quattro priorità assolute. Il primo punto è la repressione del commercio abusivo. Il secondo, l’approvazione, in tempi rapidissimi, di un decreto legge nazionale per togliere la prostituzione (sia maschile che femminile) dalla strada. Cosa che a suo tempo anche Berlusconi aveva auspicato. «Se queste disgraziate vogliono rovinarsi la vita con le loro mani, lo facciano a casa loro, ma lo scandalo delle strade a luci rosse deve finire», ha ribadito ieri il neosindaco. Altra priorità per Alemanno è il rilancio del Patto sulla sicurezza, quello firmato un anno fa dal ministro dell’Interno Giuliano Amato e dall’ex-sindaco Walter Veltroni e mai attuato. Nessuno rimpiange il progetto dei quattro villaggi rom della solidarietà. Ma altre misure potevano e dovevano essere adottate e, invece, non hanno mai visto la luce.
La quarta priorità, infine (...)
SEGUE A PAGINA 47