Sicurezza: nave militare e uomini rana

L'angelo custode della Messa di oggi di Benedetto XVI si chiama «San Giusto». È la nave super attrezzata della Marina Militare, dotata di sistemi di scoperta radar, cannone e mitragliere, in grado di colpire bersagli a corto e medio raggio. È ormeggiata da due giorni a mezzo chilometro di distanza dal palco papale, nella spianata di Marisabella dove è stato allestito il grande palco a forma di conchiglia. A bordo vi è una ricca dotazione di strutture di pronto intervento sanitario e un elicottero pronto ad alzarsi in volo in caso di necessità. Tutta la zona costiera è off limit alle imbarcazioni per un raggio di alcune miglia marine e vedette della Capitaneria garantiranno il monitoraggio dall'acqua. A questo si aggiungono unità di sommozzatori, reparti speciali e un sistema di difesa aerea. «Il porto - ha detto il responsabile della protezione civile Guido Bertolaso - da motovedette della Guardia di finanza, dei Carabinieri e della Polizia e dai gommoni subacquei dei Vigili del fuoco».