Sicurezza stradale, arresto e maximulte per alcol e droga

Approvato il disegno di legge del ministro dei Trasporti. Inasprite le sanzioni per guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di stupefacenti. <strong><a href="/a.pic1?ID=164378">Siglato codice etico </a></strong>contro le stragi del sabato sera.<strong> <a href="/a.pic1?ID=164383">Da domani superalcolici vietati in autogrill.</a></strong><strong> <a href="/sondaggio.pic1?PID=7" target="_blank"><font color="#ff6600">Sei d'accordo con queste misure? Vota</font></a></strong>

Roma - Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi sulla sicurezza stradale. Giro di vite per chi non rispetta i limiti di velocità.

Limiti di velocità Saranno tolti dieci punti di patente a chi supererà il limite di velocità di oltre 60 km/h. Revoca della patente per chi ripete la stessa violazione in un biennio. Così prevedono le nuove norme previste nel ddl sulla sicurezza stradale per la modifica l'articolo 142 del codice della strada in materia di velocità dei veicoli. "L'eccesso di velocità - ha spiegato il ministro dei Trasporti - è causa di circa il 13% degli incidenti stradali riconducibili alla condotta del conducente". Le novità riguardano la rimodulazione delle fasce di eccesso della velocità oltre il limite consentito, "dalle attuali 3 fasce, si passa a 4 fasce", con sanzioni più pesanti per le eccedenze superiori a 40 km/h e a 60 km/h rispetto al limite. È prevista, si legge nella relazione illustrativa, "la possibilità di impiegare, come fonti di prova, anche dispositivi che calcolano la velocità media su un tratto predeterminato, come, peraltro, già accade con gli strumenti di controllo del pedaggio autostradale". Inasprimento "significativo" della sanzione accessoria in caso di recidiva nel biennio con il superamento del limite di oltre 40 km/h e la possibilità di "revoca della patente" in caso di recidiva nelle violazioni che determinano il superamento del limite di oltre 60 Km/h. Le 4 fasce prevedono il superamento del limite entro i 10 km/h (già esistente), oltre i 10 e fino a 40k/h (già esistente a cui si aggiunge previsione aumento decurtazioni punti patente da punti 2 a punti 5), oltre i 40 e fino a 60 km/h (nuovo comma), oltre i 60 km/h (nuovo comma con la previsione di decurtazioni di 10 punti della patente). In caso di ulteriore violazione dei limiti di velocità nel biennio di oltre i 40 e fino a 60 km/h è prevista la sospensione della patente da 8 a 18 mesi; in caso di "ulteriore" violazione dei limiti di velocità nel biennio di oltre 60 km è prevista la revoca della patente.

Uso di lenti Per quanto riguarda la modifica dell'articolo 173 del codice della strada in materia di uso di lenti e di determinati apparecchi durante la guida, si prevede "in caso di mancato utilizzo di lenti o di determinati apparecchi per integrare le proprie deficienze organiche e minorazioni anatomiche o funzionali" una multa da 70 a 285 euro, come era previsto in precedenza.

Guida con cuffie o cellulare Si inaspriscono le sanzioni in caso di utilizzo di "apparecchi radiotelefonici o di cuffie sonore" durante la guida: la multa va da 148 a 594 euro e la sospensione patente da 1 a sei mesi, in caso di recidiva nel biennio la sospensione della patente è da 2 a 6 mesi. Prima era prevista una multa da 70 a 285 euro.

Stragi del sabato sera: manifestazione davanti alla Camera Associazioni dei familiari delle vittime della strada, amici della polizia stradale, vari sindacati di polizia, studenti dei licei di Villa Flaminia, personaggi del mondo dello spettacolo, della televisione e dello sport uniti dallo slogan "Accorcia la notte, allunga la vita" si sono dati appuntamento lunedì 19 marzo pomeriggio per una manifestazione davanti a Montecitorio in concomitanza con la discussione in Aula della mozione sulle stragi del sabato sera. Lo ricordano Carlo Giovanardi (Udc) e Daniela Santanchè (An) firmatari della mozione che invita il Governo a dare un segnale forte, come quello del blocco delle auto private per un sabato simbolo a mortalità zero.