«Sicurezza stradale, ragazzi impreparati»

«I giovani del Lazio hanno una scarsa conoscenza delle norme di comportamento che consentono di prevenire gli incidenti stradali. Si tratta di lacune aggravate dall’assenza di padronanza dei dispositivi di sicurezza di cui sono dotate le auto». A sostenerlo è l’assessore regionale agli Affari Istituzionali, Regino Brachetti, nel giorno dedicato alle vittime della strada. Le affermazioni dell’assessore si fondano sui risultati di un progetto finanziato dalla Regione, a cui hanno partecipato 1200 studenti neopatentati proveniente dal Lazio. I ragazzi hanno frequentato un corso di guida sicura affidato all’Aci Vallelunga. «In base alle statistiche, le ragioni imputabili al comportamento scorretto del conducente costituiscono il 90% degli incidenti. Tra i comportamenti più a rischio rilevati, c'è la velocità, ma anche l’uso del cellulare senza auricolare - ha aggiunto Brachetti - la formazione diventa quindi fondamentale».