Sicurezza in volo: sì ai liquidi ma solo nelle bottiglie piccole

Da lunedì norme più severe e controlli minuziosi. Invito dell’Enac ai passeggeri: arrivate in anticipo

Daniela Uva

Via libera alle nuove regole sul trasporto di liquidi nei bagagli a mano imbarcati in aereo. Entreranno in vigore dopodomani in tutti gli aeroporti della Comunità europea e in quelli di Norvegia, Svizzera e Islanda. Portare con sé acqua, profumi e altri prodotti per l’igiene personale non sarà proibito, ma il trasporto sarà soggetto a restrizioni. Che riguarderanno innanzitutto le quantità.
Ogni sostanza dovrà essere trasferita in un piccolo recipiente, che non potrà superare la capacità di cento millilitri o una misura equivalente, per esempio cento grammi. Inoltre, i contenitori dovranno essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, la cui capienza non dovrà superare il litro o la grandezza di 18 centimetri per venti. Ogni passeggero potrà viaggiare trasportando una sola busta, che dovrà essere presentata separatamente dal resto dei bagagli. Le nuove norme - spiegano dall’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile - sono state adottate dalla Commissione europea per contrastare la minaccia terroristica rappresentata dagli esplosivi in forma liquida. Minaccia degenerata in terrore, lo scorso agosto, in seguito agli sventati attacchi sugli aerei in partenza dalla Gran Bretagna. L’obiettivo è armonizzare le misure cautelari in tutti gli scali europei, indipendentemente dalla destinazione. In altre parole, le norme si applicano anche ai voli nazionali. La nuova legislazione incide solo sul trasporto di liquidi nei bagagli a mano. Nulla cambia per i bagagli da stiva. Altre limitazioni riguardano i prodotti che possono essere imbarcati. Nessun problema per acqua e altre bevande, profumi, gel (compresi quelli per i capelli e la cura del corpo), sostanze in pasta (per esempio il dentifricio), creme, lozioni, oli e spray (come schiume da barba, lacche e deodoranti). Una deroga è concessa a medicine, prodotti dietetici e alimenti per i bambini. Questi ultimi potranno essere trasportati al di fuori del sacchetto, a condizione di poter fornire una prova, dove richiesta, della reale necessità di queste sostanze durante il viaggio. Novità anche per chi fa shopping nei Duty free, nei punti vendita aeroportuali e sugli aerei. Bevande, profumi e altri liquidi saranno infatti consegnati in speciali sacchetti sigillati dal venditore. Il consiglio è di non aprire le buste prima dell’arrivo a destinazione, per evitare problemi negli scali intermedi.
Come tutte le novità, anche queste potrebbero causare qualche disagio. È per questo che l’Enac raccomanda la massima collaborazione da parte delle compagnie aeree e dei passeggeri. Questi ultimi dovranno presentarsi ai controlli con largo anticipo per evitare lunghe attese. Ogni viaggiatore dovrà, infatti, consegnare alle autorità i sacchetti di plastica con i liquidi trasportati, togliersi giacca e soprabito per consentire l’ispezione, estrarre dal bagaglio a mano computer portatili e altri dispositivi elettrici o elettronici, che saranno sottoposti a un esame separato. Da parte loro, vettori e gestori dovranno attivarsi affinché i viaggiatori arrivino ai controlli già informati sulle nuove regole.