Sidney 2008 La «Gmg» slitta di un anno

«Il prossimo incontro mondiale della Gioventù avrà luogo a Sidney, nel 2008», lo annuncia Papa Benedetto XVI alla fine della messa conclusiva della Gmg, prima di recitare la preghiera dell’Angelus. Con queste parole, il Santo Padre conferma una indiscrezione che circolava già da tempo: la giornata della gioventù che slitta di un anno e vede come teatro la capitale australiana. Immediata la gioia dei giovani australiani accompagnati sul palco dal cardinale George Pell, arcivescovo di Sidney. Col nuovo Pontefice l’annuncio cambia formula. Se Giovanni Paolo II si rivolgeva ai giovani con un «Good bye» seguito da città e luogo della futura Gmg, stavolta Benedetto XVI si limita a indicare luogo e data, senza dare appuntamento ai giovani e, dunque, senza fare intendere una sua presenza all’evento. «Affidiamo alla guida materna e premurosa di Maria Santissima il cammino futuro dei giovani del mondo intero», ha concluso Papa Ratzinger. E, terminata la preghiera, ha salutato tutti i pellegrini arrivati per lui a Marienfeld.