Siemens debole a Francoforte

I nuovi record del greggio, balzato a 61 dollari, hanno ricreato malumore in tutte le Borse mondiali; mentre a Wall Street i prezzi hanno tenuto, nelle piazze europee i titoli che hanno più sofferto sono stati quelli delle compagnie aeree e dell’auto. A Londra British Airways arretra del 5,4%, seguita a Madrid da Iberia (meno 4%); forte ribasso a Parigi di Air France (meno 2,5%) e di Lufthansa (meno 1,7%) a Francoforte, dove Siemens è scesa dell’1,81%. Flessioni intorno all’1% sono state inoltre registrate da Peugeot, DaimlerChrysler e Bmw. Pioggia di offerte anche per i titoli tecnologici, con Ericsson in calo del 3,8% e Nokia del 2,6%. Tra le poche voci in controtendenza, Tattinger cresce di quasi il 10%, alla notizia che la famiglia titolare dell’azienda intende cedere il controllo. A New York, a un’ora dalla chiusura, il Dow Jones cedeva lo 0,26% e il Nasdaq lo 0,54%. Poco mosse le blue chip con GE in calo dello 0,5%. Balzo di quasi il 5% per Walgreen. Al Nasdaq cresce Sun Microsystem (più 1,6%).

Annunci

Altri articoli