Siena vince su tutti: il viver bene abita qui

Siena prima in qualità della vita. A distanza di nove anni la città toscana torna a vincere la classifica stilata in questo campo dal Sole 24 Ore del lunedì, che mette a confronto le province italiane basandosi sui dati relativi a 36 parametri, raggruppati in sei macro aree.
La città del Palio è seguita da Trieste (vincitrice nel 2005), Bolzano e Trento. Bologna è quinta, Milano sesta, ma prima per euro in banca pro capite, Ravenna settima, Firenze ottava, Belluno è nona e chiude la top ten Grosseto al decimo posto. Il Sud come sempre protagonista in negativo della classifica. All’ultimo posto finisce Catania, preceduta da tre città pugliesi: Taranto, Bari e Foggia. La Sicilia è presente nel drappello delle ultime dieci oltre che con Catania, con le province di Palermo, Siracusa, Trapani e Agrigento. La prima realtà del Mezzogiorno presente in classifica è Matera, e solo al quarantaseiesimo posto.
Stando ai primi posti della classifica, a godersi la maggiore vivibilità sono più o meno un milione e mezzo di italiani, tutti residenti in province medio-piccole. I capoluoghi di maggiori dimensioni accusano infatti qualche lieve arretramento: Milano slitta alla sesta posizione dalla seconda, Roma alla ventitreesima (meno quattro posti), Napoli perde sette posti e va alla novantaseiesima. Le grandi città riguadagnano quota però nei sondaggi sul «sentiment»: Roma, Bologna e Milano sono rispettivamente seconda, terza e quinta tra le città nelle quali si vorrebbe vivere.